Ricca di nutrienti e protagonista indiscussa di ogni ottobre, la zucca si proclama regina della stagione autunnale.

Originaria dell’America centrale, l’arancione e imponente zucca, si presta a svariati tipi di utilizzi: dalla ricette della tradizione alle creme lenitive fai da te, dalle decorazioni di Halloween alle funzionalità dei semi di zucca.

Scopriamone insieme le proprietà benefiche, i valori nutrizionali e qualche curiosità.

Valori nutrizionali della zucca

La zucca appartiene alla famiglia delle Cucurbitacee ed è composta principalmente da caroteni che, oltre a donarle il tipico colore arancione, sono fondamentali per la produzione di vitamina A. Essa presenta, infatti, una concentrazione di carotene per 100g pari a 820 µg, nettamente superiore ad altre verdure come il cavolo rosso (670 µg) o il pomodoro (449 µg).

Insieme ai caroteni, la zucca è ricca di: potassio, vitamina A, C ed E.

Nutriente e leggera, per ogni 100 g di zucca avremo:

  • 94,6 g di acqua
  • 3,5 g di carboidrati
  • 2,5 g di zuccheri
  • 1,10 g di proteine
  • 0,1 g di grassi
  • 340 mg di potassio (17% RDA)
  • 369 µg di vitamina A (46,1% RDA)
  • 9 mg vitamina C (11,3% RDA)
  • 1,06 mg di vitamina E (8,8% RDA)

La zucca è, quindi, ricca di nutrienti e vitamine, ma povera di calorie. Per ogni 100 g di zucca, infatti, si contano solo 18 Kcalorie.

I benefici della zucca 

Grazie alla presenza dei caroteni e delle vitamine, la zucca ha proprietà antinfiammatorie e antiossidanti, ma anche molte altre.

Il nostro ortaggio di stagione svolge una funzione diuretica e calmante che va a nozze con il cambio di stagione e con il ritorno alla routine lavorativa. La polpa della zucca, oltre a prestarsi alla preparazione di un gran numero di ricette, viene utilizzata anche per curare le infiammazioni della pelle, aiuta il sistema cardiocircolatorio e ha effetti benefici per vescica e prostata.

Da nord a sud, l’Italia, è ricca di colture stagionali di zucca, il che la rende ancora più preziosa. É sempre bene, infatti, prediligere l'utilizzo di prodotti locali e di stagione, che è una delle buone abitudini per essere più sostenibili.

Della zucca si mangia proprio tutto: i semi di zucca

Come per il maiale, anche della zucca non si butta via niente. I semi di zucca, racchiusi al suo interno, hanno proprietà altrettanto benefiche e si prestano facilmente e vari utilizzi.

I semi di zucca

A differenza della polpa, i semi di zucca, sono composti per il 50% di grassi, il 24% di carboidrati e per il 18% di proteine. Queste percentuali potrebbero far pensare che i semi di zucca siano elementi grassi e ipercalorici. In realtà, se consumati in dosi moderate, i semi di zucca sono integratori naturali di fosforo e magnesio.

Ricchissimi di vitamina E e di zinco, i semi di zucca fungono da deterrenti naturali contro infiammazioni e cistiti. Hanno una forte azione benefica sul tono muscolare della vescica e prevengono i disturbi della prostata

L’olio ricavato dai semi di zucca, inoltre, è ottimo per la prevenzione di malattie arteriosclerotiche, tumori ovarici e anche contro la perdita di capelli

Halloween alle porte: la zucca non può mancare

La regina dell’autunno è anche il simbolo di una delle festività più icononiche e diffuse nel mondo occidentale: Halloween.

Simbolo della vigilia della festa di Ognissanti, la zucca viene intagliata ad arte per Halloween e, al suo interno, viene posta una candela. La zucca di Halloween prende il nome di Jack -o’-lantern, in onore della leggenda irlandese che ha dato vita alla tradizione.

Si narra, infatti, che Jack, un uomo dissoluto e privo di scrupoli, riuscì nella notte di Ognissanti ad ingannare lo stesso Diavolo. Alla sua morte, però, si vide privato dell’accesso sia al Paradiso che all’Inferno, venendo condannato a vagare in eterno, con solo una candela per farsi strada.

La tradizione portata avanti dagli irlandesi, ha visto nel corso del tempo, cambiare il cavolo rapa, ortaggio originario che Jack intagliò per custodire la candela, con la zucca.

Grazie alla sua grandezza, morbidezza, colore e bontà, gli irlandesi scelesero la zucca come simbolo di Halloween, dando il via ad una tradizione che resiste tutt’oggi.

Zucca di stagione: consigli per l’acquisto

La zucca Delica, la Butternut, la lunga di Napoli e la Violina, sono le tipiche zucche della stagione autunno-inverno. Tonda e scura la prima, lunga e chiara la seconda, le zucche sono da acquistare preferibilmente mature e intere. É importante che al momento dell’acquisto il picciolo sia attaccato alla zucca e non rinsecchito. La zucca deve essere pesante e non deve presentare macchie e screpolature.

Le zucche di stagione vengono spesso vendute anche tagliate a metà o in parti più piccole. In questo caso bisogna controllare che la polpa interna non sia secca: una zucca tagliata da poco, infatti, si presenterà con i semi e la polpa ancora umidi. 

Se si preferisce poi acquistare la zucca già tagliata a cubetti, è fortemente consigliato preservarne l’umidità (con l’aiuto di pellicola) e consumarla il prima possibile. 

Dalla Delica alla Violina, dalla Butternut alla lunga di Napoli, la zucca è sicuramente uno dei prodotti di stagione che di certo non può mancare sulle nostre tavole.